25 Novembre

filo rosso

Perciò mi sento responsabile.

Non è solo crescere un maschio, è crescere un uomo… perché -sarà banale- maschio lo è nato. Uomo (con la Maiuscola) vorrei che lo diventasse …

25 Novembre. Oggi è la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne istituita dall’Onu nel 1999. Ovunque riflettori puntati sulla Violenza contro le Donne. Va bene, anzi , combattiamo e denunciamo le violenze 365 giorni l’anno, ma non “solo” noi donne.

Post di associazioni, post sulle bacheche delle donne, flash mob organizzati da donne e … per le donne.

No. Non è così per me. Perché la violenza è violenza. in tutte le sue forme.

Vorrei che ci fossero uomini, padri, mariti, compagni … a protestare.

Perché se è vero, come è vero, che il 70% delle donne è stata vittima di violenza, una di queste potrebbe essere la sorella, la mamma, o la figlia di uno di loro.

Vorrei che gli uomini non assistessero alla protesta delle “donne contro”. Vorrei che il mio compagno si schierasse contro – al mio fianco “con le donne” per rendere questo mondo un posto migliore. Partendo dal suo essere un marito migliore, un padre migliore … perché la normalità è quello che un figlio assorbe nella quotidianità, il rispetto, in ogni sua forma, sarà l’atteggiamento più normale del mondo, se  l’esempio che avrà vissuto in casa sarà stato positivo.

https://parolechenonhodetto.wordpress.com/2012/07/20/i-bambini-vedono-i-bambini-imparano/

Annunci

Golosa

Fine Pasto al ristorante.

L. alla cameriera che presenta la lista dei dolci.

<Voglio la panna>

La Signora, probabilmente abituata a treenni, risponde ovviamente gentile e se ne va in cucina.

mamma V. a L. <Vorrei la panna per favore> [ti ricordo, amore mio, che le cose si domandano perfavore, che si usa il condizionale … Non è che io voglio crescere un Piccolo Lord, ma alcune regole base mi sembrano importanti….]

L. <va bene mamma, quando arriva te ne do un po’ !>

sgrunt…… ci risiamo… vedi qui

Post Divider-Design A_

L’amore ha dei livelli

On Air

Le cose cambiano, cambiano loro per me Poi si trasformano, rapide più dei perché

Cos’è cambiato? Cosa faceva di quella normalità annoiata un’arma così pericolosa? Ti sposi pensando che non svanirà mai quell’intesa, quei giochetti, quello splendido modo di stare al mondo e nel mondo in due. Te lo dici, te lo riprometti, sai che è vero e che niente e nessuno potrà fare di voi quello che succede agli altri. Succede a tutti, ma non accadrà mai a noi. […] Noi saremo sempre noi a venti, trenta o settant’anni, invece…

Non invitarmi al tuo matrimonio, Matteo Pelli Ed Tea

… Non ne posso più

… Ho fatto un sacco di sacrifici per stare con te

… Avevo un lavoro che mi piaceva, ho rinunciato

… Mi sono trasferito e qui non ho nessuno vicino

… Ho già fatto abbastanza il burattino per te

… Perché sei viziata

… Vuoi solo uno che faccia quello che dici tu

… Hai sempre fatto tutto quello che hai voluto

… Evidentemente hai dei cattivi consiglieri che ti stanno fomentando

… Vuoi la guerra?

Ma stai attenta che io prima di ammalarmi, faccio ammalare gli altri !

L: Basta papà… è la mia mamma !…

L’amore ha dei livelli entro cui ti devi fermare, altrimenti sconfini nella mancanza di rispetto verso te stessa. (Cit.)

Post Divider-Design A_

Figli e basta.

Tutti uguali, adesso. Da ieri in Italia tutti i figli sono uguali. I bambini nati all’interno del matrimonio e i bambini venuti al mondo da coppie non sposate. Senza più distinzione tra legittimi e naturali.

Finalmente una legge che equipara tutti i figli, e riconosce ai bambini delle coppie di fatto gli stessi diritti giuridici e patrimoniali degli altri.

D’ora in poi anche i figli naturali potranno avere legami di parentela non più soltanto con i loro genitori, ma con i nonni e gli zii (condizione questa finora riservata soltanto ai “legittimi”), entrando così per diritto nell’asse ereditario di tutta la famiglia.

In questo modo, inoltre, in caso di morte dei genitori, i bambini potranno essere affidati ai nonni e non dati in adozione.

Una legge fortemente voluta da un gruppo di parlamentari (quasi tutte donne) di diversi schieramenti, e finalmente la politica –al di là dei partiti – si occupa di qualche cosa che interessa i cittadini tutti, a prescindere dal loro supporto ad una oppure ad un’altra fazione. Perché il desiderio di convolare a nozze o meno non deve incidere sul futuro dei nostri figli.

Libertà di coscienza, Estensione dei diritti. Evviva!.

Post Divider-Design K_