Una splendida giornata

Alda-Merini/bambino

Bambino, se trovi l’aquilone della tua fantasia
legalo con l’intelligenza del cuore.
Vedrai sorgere giardini incantati
e tua madre diventerà una pianta
che ti coprirà con le sue foglie.
Fa delle tue mani due bianche colombe
che portino la pace ovunque
e l’ordine delle cose.
Ma prima di imparare a scrivere
guardati nell’acqua del sentimento.

Nonno G. si è presentato con un aquilone di ultima generazione. Ha bofonchiato contro il latitante vento e inveito contro gli aquiloni di ultima generazione -che per montarli peggio che le istruzioni dei mobili ikea- L. ne ha approfittato per raccogliere fiorellini e si è divertito lo stesso.

 

 

Suggerimenti per la prossima “splendida giornata”…

Crea insieme al tuo bambino un aquilone partendo da un semplice sacco della spazzatura.

http://www.nostrofiglio.it/lavoretti/Come_creare_un_aquilone_con_un_sacco_della_spazzatura.html

Annunci

Nonna A., Nonna G. e il cerchio dell’amore

Io avevo un legame speciale con la mia nonna A, ricordo quando mi veniva a prendere a scuola e stava con me il pomeriggio mentre la mamma era al lavoro. Quando non avevamo voglia di cucinare compravamo un toast al bar, ed era uno “sfizio” delizioso … oppure pranzavamo nella sua casa dalle porte azzurre (che le avevamo dipinto io e i miei cugini), e le raccontavo delle interrogazioni a scuola, delle liti con le amiche …

Certo, anche mia mamma avrebbe voluto … ma doveva lavorare, semplicemente.

E così devo fare io,  semplicemente, mentre L. è in vacanza con i nonni materni e paterni.

Oggi L.: mamma, mamma!…

Nonna G.: Io sono la Nonna, Non la Mamma …

L.: … ma per me sei come la mamma 🙂

Nonna G., con lo sguardo languido e innamorato, se lo sarebbe mangiato di baci! …

Ho letto tanti post di madri preoccupate riguardo al fatto di affidare i propri bimbi a nonne, zie etc etc… (specie al rientro dalla maternità). Sì, lo ammetto, lo sono stata anche io. Specie nei primi mesi. Specie nei confronti della nonna paterna, mia suocera -che suocera non è- per intenderci …

sono preoccupata …ho paura che mi rubi il posto nel suo cuore…

…paura che lui/lei voglia più bene a lei che a me …

…lei ci sta più tempo insieme!…

…  Sono stupidamente gelosa???

Sarà che ormai L. ha 3 anni, ma io sono contenta che mio figlio abbia creato con mia mamma un legame di complicità. E’ una cosa bellissima quella che si sta costruendo, un dono enorme per il suo futuro, come quello che mia nonna ha fatto a me. E non c’è nessuna confusione di ruoli, solo un grande cerchio di amore.

Quando è nato L. ho appeso in camera una poesia di Kahlil Gibran che dice così:

I vostri figli non sono i vostri figli.

Sono i figli e le figlie della Vita stessa.

Essi non provengono da voi, ma tramite voi,

E benché stiano con voi non vi appartengono.

(K.Gibran, Il Profeta)

Futuro PPP

L. è in vacanza con Nonna G.

Nonna G. propone sempre un sacco di attività ludico-ricreative a L. e lui è molto felice.

Ogni tanto in montagna c’è brutto tempo, ieri Nonna G. ha proposto a L. di trascorrere qualche momento in allegria giocando a Tris.

Va bene, Ma con tanti soldi! Ha risposto L.

[Mia Adorata e Adorante Nonna, il Tris è un gioco un po’ “vecchio”, devi ammetterlo… Accetto volentieri la tua sfida, ma perché non aggiungiamo un po’ di pepe al “game” e puntiamo dei bei soldoni?… ]

Nonna G. ora sospetta che io ed il padre di L. organizziamo delle bische serali e insegnamo a suo nipote a diventare un futuro PPP*.

———-

* professional poker player