L’ultimo giorno. O il primo, non si sa.

… Continua da qui

Una moglie è altro, si disse alla fine.

Una moglie mangia con l’uomo che ama, respira insieme a lui, gli stringe le mani per sentirne le vibrazioni, si mescola al suo sangue e beve il suo respiro. Lei non lo aveva fatto.

[…] consacrarsi all’amore è un’arte per pochi. Finalmente l’aveva capito! E strenuamente avrebbe difeso le sue nuove consapevolezze. Svuotata d’improvviso dal suo rancore, si sentì pronta per affrontare tutto ciò che sarebbe arrivato.

 […]

Non contava chi fosse stata. E non contava in quale persona si sarebbe evoluta (o emancipata). Contava invece che fosse lì, adesso, e che avesse imparato a perdonare.

Arriva un momento in cui non ci importa più niente del giudizio degli altri, della forma, delle apparenze, e non vogliamo più fingere per apparire migliori di quello che siamo.

Coincide con la libertà, e la libertà non si raggiunge mai senza sofferenza. […] l’aveva capito, anche se era l’ultimo giorno. O il primo, non si sa.

Casca il mondo, casca la terra, Catena Fiorello, Rizzoli

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...