Bilanci e Buoni Propositi

Mi sa che io ho un impostazione mentale un po’ da “calendario scolastico” … come se a settembre iniziasse un anno nuovo …

e infatti alla vigilia delle vacanze faccio come a Capodanno …

Bilanci e Buoni Propositi per “l’anno a venire”

  • Un lavoro che mi piace
  • Un compagno con cui sto bene
  • Una casa accogliente
  • Essere felice con le cose belle che ho: un bambino simpatico e sano, le amiche, il tempo libero.

Quando è finita

Quando è finita, ti guardi indietro e riesci sempre a raccontartela in modo diverso […] perché quando uno guarisce da un innamoramento decide sempre che non era innamorato davvero.

Louis De Bernières, La figlia del partigiano

Futuro PPP

L. è in vacanza con Nonna G.

Nonna G. propone sempre un sacco di attività ludico-ricreative a L. e lui è molto felice.

Ogni tanto in montagna c’è brutto tempo, ieri Nonna G. ha proposto a L. di trascorrere qualche momento in allegria giocando a Tris.

Va bene, Ma con tanti soldi! Ha risposto L.

[Mia Adorata e Adorante Nonna, il Tris è un gioco un po’ “vecchio”, devi ammetterlo… Accetto volentieri la tua sfida, ma perché non aggiungiamo un po’ di pepe al “game” e puntiamo dei bei soldoni?… ]

Nonna G. ora sospetta che io ed il padre di L. organizziamo delle bische serali e insegnamo a suo nipote a diventare un futuro PPP*.

———-

* professional poker player

I bambini vedono, I bambini imparano

Sono cresciuta in una famiglia in cui le donne hanno da sempre rappresentato i punti fermi. La Mamma, La Nonna, la Zia. Quando ho saputo di essere incinta, ho iniziato a fantasticare su vestitini rosa e riunioni melense tra grandi e piccole donne, e per un po’ mi sono trastullata con l’idea.
Alla morfologica si rivela un maschietto. Il Papà è orgoglioso, a me scende una lacrimuccia…

Il ginecologo, forse pensando che desiderassi tanto un erede di sesso maschile, ha ribadito fiero (soprattutto di essere l’unico a capire qualcosa dell’immagine proiettata sullo schermo).  “Non ci sono dubbi, è un maschietto! “

Uhahaah …

Un’immagine appare chiara a segnare il mio destino. Crescerò un figlio, Maschio.

Essere madre di un maschio vuol dire avere la responsabilità di un Uomo di domani.

Ho deciso che ce la metterò tutta per farlo crescere in un ambiente sano e pieno di amore, con dei valori che io credo importanti e soprattutto, per insegnare a un futuro uomo il rispetto per le donne.

La via migliore è mostrarglielo in prima persona.

Ho una bella sfida davanti, e non la voglio perdere.